Chi siamo Niqāb
la donna nell'Islām
Le nostre pubblicazioni

Terminologia islamica
e approfondimenti

Le fonti dell'Islām: il Corano e
la Sunna

Link


Il Corano e la Sunna pura sono il riferimento (il punto a cui si far ritorno) di ogni musulmano per conoscere le regole dell’Islām.

Il Sublime Corano

La prima Fonte

Libro sacro dell’Islām e prima fonte della sharī ah.

Il termine arabo al Qur’ān significa recitazione, lettura. Esso è la Parola di Allāh e la Sua ultima Rivelazione all’umanità, che ha rivelato tramite il Profeta Muhammad (A) a cui lo ha trasmesso oralmente per mezzo dell’angelo Gabriele (che la Pace sia su di lui).
Il Corano, è composto da 114 suwar (sure, capitoli) composte da āyāt (versetti, let. segni, indicazioni), la discesa del Corano è durata 23 anni (610-632); anche se rivelato in lingua araba, ha come destinatari tutti gli uomini.

Per approfondire

 

 

La Sunna

Essa è la seconda fonte della sharī ah

Dalla radice sīn nūn nūn,  -prescrivere, stabilire una regola, un’usanza, formare, affilare, modellare.

Parola araba che letteralmente significa metodo (norma di condotta) fu utilizzata dal Profeta Muhammad (A) come termine giuridico comprendente quello che diceva, faceva o accettava.
L’autorità della Sunna deriva dalla missione profetica di Muhammad (A) tale come il Corano la esprime e la definisce. Questa missione è enunciata in questi termini nel Corano:
8…e  Noi abbiamo fatto scendere su di te il Ricordo [monito (let. dhikr)] al fine che tu chiarisca alla gente ciò che è stato fatto scendere verso di loro, forse rifletteranno...9Corano: 16/44
 Questa affermazione implica che il Profeta (A) ha l’autorità suprema nell’interpretazione del Libro sacro, sia a parole che in azioni. Il Corano dichiara esplicitamente che tutti i musulmani sono tenuti a sottomettersi a questa autorità:
8O  credenti! Obbedite a Dio e al Suo Messaggero…9 Corano: 8/20
8Chiunque obbedisce al Messaggero, obbedisce a Dio9 Corano: 4/80  
[Definizione tratta dal testo del Dottor Saïd Ramadan, Islamic Law, 1970, pp.43-44]  

La Sunna o tradizione riportata sul Profeta Muhammad (A) oltre ad essere l'insieme di quello che egli ha detto, fatto e approvato (esplicitamente o implicitamente) durante la sua vita implica anche qualsiasi descrizione fisica o morale del Profeta (A).

La redazione di questa tradizione e la verifica dei suoi contenuti sono l'oggetto di una specifica scienza. I suoi criteri sono oggi molto affinati e permettono una classificazione dei testi secondo il loro grado di autenticità. Essa chiarisce e dettaglia alcune prescrizioni coraniche che sono la fonte prima.
Le norme giuridiche sono tratte unicamente dalla Sunna comprovata autentica.

8...ciò che il Messaggero vi dà prendetelo e ciò che egli vi preclude,
precludetelo a voi stessi9

Corano, s.59: v.7.

 

Per approfondire

 

La fonte dell'Islām

È necessario distinguere le Fonti di riferimento per una conoscenza sana e autentica dell'Islām originale e il modo in cui dobbiamo relazionarci ad esse per evitare in shā’Allāh qualsiasi comprensione ridutiva e difettosa dell'Islām che potrebbe derivare dall'includervi elementi ad esso estranei o dall'escludere ciò che ne costituisce la parte essenziale.

Per approfondire